Suoni dal divano, il nuovo format video dei Jambalaya

Che ci piaccia o no, nel 2019 la popolarità di un artista non si calcola più in termini di vendite, o di pubblico ai concerti. In epoca contemporanea, l’unità di misura del consenso sono i like, i follower, le visualizzazioni su YouTube. Proprio quest’ultimo è diventato il palcoscenico principale tramite il quale diffondere la propria arte, qualunque essa sia. Ecco quindi che la realizzazione di videoclip, siano essi filmati di finzione o riprese live, sono oggi lo strumento promozionale principale per una band. La loro facile fruibilità, soprattutto sui dispositivi mobili, e l’immediatezza della condivisione, li rende perfetti per il mondo social, garantendo loro una “viralità” potenziale davvero infinita.

In mezzo all’universo mastodontico di filmati costituito dalla rete, esistono degli artisti che hanno deciso di utilizzare lo strumento in modi anticonvenzionali, creando dei format originali che nel contesto specifico li avvicina al mondo degli youtuber. I Jambalaya 37, band di punta della scena pinerolese, sono gli inventori di una curiosa “serie” filmata a puntate dal titolo “Beat on the couch”, letteralmente “Ritmo sul divano”, nella quale i quattro musicisti – Dario Balmas (Basso), Gabriele Biei (Trombone), Gilberto Bonetto (Tastiere) e Alessandro Raise (Batteria) – si prodigano nella realizzazione di brani musicali comodamente seduti sul divano, mostrandoci le varie fasi produttive strumento per strumento. Naturalmente, i Jambalaya rimangono un ensemble che trova la sua reale dimensione nell’esibizione live, soprattutto per la loro estrazione jazz. Ma un certo gusto contemporaneo che li accosta con naturalezza anche alle atmosfere elettroniche, li rende perfettamente a loro agio anche nella produzione in studio, indirizzandoli spontaneamente verso sonorità più acid, fusion o addirittura drum ‘n’ bass. È proprio questa l’inclinazione che emerge maggiormente nei video della serie. Nei primi due episodi infatti l’approccio strettamente musicale sembra voler abbracciare l’anima più avanguardista del progetto, con racconti sonori perfettamente ascrivibili, con un’evidente dose di ironia, all’attualità musicale (nella prima puntata, ad esempio, i Jambalaya ci fanno vedere come realizzare una base Trap).

“Beat on the couch” ha quindi a che fare soltanto marginalmente con l’attività musicale e autoriale dei Jambalaya 37, ma rappresenta un curioso veicolo per acquisire maggiore visibilità che al momento sta ottenendo riscontri interessanti. La prima puntata, pubblicata alcune settimane fa, ha già superato le 3000 visualizzazioni ed è in continua espansione. Recentemente è uscito anche il secondo video ma oggi noi vi proponiamo l’esordio della serie, invitandovi a seguirla nel suo sviluppo perché si tratta di un’idea davvero sorprendente, oltre che piuttosto divertente.

Ones

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: