Entropy Fest, vince il post-grunge dei Minimal Regrets

La categoria ‘band originali’ dell’Entropy Fest 2019 ha un vincitore. A salire sul gradino più alto del podio sono stati gli astigiani Minimal Regrets con il loro repertorio che porta all’estremo le sonorità del post-grunge verso i confini del metallo alternativo, e mette in fila, per altro con uno scarto minimo, i Depenna Caimano, paladini valsusini del rock italiano melodico. La sfida è stata all’ultimo voto perché questi ultimi sono parsi davvero molto maturi e intelligenti nel loro approccio alla composizione e all’esecuzione. Ma nella scelta della giuria tecnica – composta dai membri fissi Douglas Docker, Mattia Casabona e il sottoscritto, più Alessandro Liccardo della Volcano Records – ha prevalso forse l’impatto visivo e sonoro dei Minimal Regrets che li mostra già più pronti per affrontare palchi importanti. Al terzo posto si sono classificati i Black Sheep, band metal anch’essa proveniente dall’Astigiano. Fuori dall’area premi invece i Not Even The Dogs, primi tra le preferenze del pubblico, con il loro alternative rock, comunque divertente e di buona presa. Un vero peccato che a completare la scaletta non abbiano potuto partecipare anche i Kormak, gruppo folk-metal pugliese, tra i favoriti per la vittoria finale, che hanno dovuto rinunciare per motivi personali. A loro va l’“in bocca al lupo” di tutta l’organizzazione del festival a cui ovviamente ci accodiamo. Rimane il rammarico di non averli avuti sul palco in una serata che ha riscosso anche un buon successo di pubblico, malgrado l’assenza di formazioni pinerolesi in una categoria completamente snobbata dagli artisti locali.

Per fortuna invece, nella categoria cover, in finale ci saranno almeno due band della nostra area. Gli Affittasi Cantina, che ripropongono cover punk e, nella medesima chiave, una serie di brani italiani e stranieri appartenenti ad altre sfere espressive, e i vigonesi Fratelli Chase, originalissimi nel trattare grandi classici del rock riarrangiati per una sezione di sei fiati. A contendere loro il primato, due tribute di grande spessore, come i Seven Sons, emuli degli Iron Maiden, e gli Electric Blue con il loro repertorio dedicato ai Cranberries. La serata finale si terrà giovedì 2 maggio, come sempre al Luppolo Saloon di Roletto. A chiusura della kermesse ci sarà anche la premiazione dei vincitori e l’assegnazione di molti premi speciali a chi più si è distinto nel corso di questa edizione. Segnatevi la data!

Ones

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: