Groovin @ Spotify, la playlist di giugno

Giugno 2019

  1. Tra un drink e una moschea – Mechinato Il ritorno dei Mechinato dopo l’ultimo album uscito una decina di anni fa. A noi è piaciuto molto e ve ne abbiamo parlato qui:

La donna al fiume – Giovanni Battaglino Primo singolo del nuovo album solista di Giovanni Battaglino, leader delle Malecorde. Anche di questa uscita abbiamo pubblicato a giugno il racconto del nostro ascolto:

Your Thin Shadow – Marco Varvello Trio Altra interessante uscita discografica del mese di giugno, con il jazz patinato di Marco Varvello e del suo trio. Ve ne abbiamo parlato qui:

Let me joke RMX – Jambalaya 37 Una delle band più prolifiche del nostro panorama, i Jambalaya 37 hanno pubblicato un nuovo EP che rivela l’ennesima anima musicale che li contraddistingue: quella più elettronica. Abbiamo scelto questa traccia molto rappresentativa.

Funky Goodness – Dj Vale Primo singolo dell’album siglato Dj Vale, artista torinese che si è avvalso per questo nuovo lavoro di molti artisti ben noti a Pinerolo e dintorni. Disco talmente bello che sicuramente ve ne parleremo nei prossimi giorni.

Manu – Attilio Riccardi Cantautore e produttore pinerolese noto quanto schivo rispetto alla pubblicizzazione dei propri lavori. Ci era sfuggito, e ce ne rammarichiamo, che a gennaio aveva pubblicato un mini lp molto interessante. Qui la prima traccia dell’EP.

L’impero del nord – Africa Unite Da poco è uscito il nuovo album degli Africa Unite. Li rimettiamo in playlist con uno dei pezzi migliori del disco, anche per le sue implicazioni sociali molto di attualità.

Cheesy song – The Cyon Project La band The Cyon Project è il vecchio gruppo di Marco Priotti, il nostro conterraneo che si era fatto conoscere alcuni anni fa al talent “The Voice”. Da qualche tempo circola il rumour di una reunion, forse solo per gioco o forse per davvero… chi lo sa? Intanto ascoltiamo questa registrazione di qualche tempo fa.

The gem of love – Docker’s Guild A settembre saremo media partner del Tony Mills Festival, evento benefico legato a Tony Mills, cantante britannico recentemente colpito da una patologia tumorale. Vi proponiamo un estratto dal primo album dei Docker’s Guild in cui la voce solista è proprio quella di Tony Mills.

Una domenica bestiale – Luigi Martinale Trio Il pianista torinese Luigi Martinale è l’organizzatore di JazzVisions, una manifestazione che da molti anni è fiore all’occhiello della musica pinerolese.

Don’t leave your dinosauri at home – feat. Esserelà I feat. Esserelà sono un trio post-prog di Bologna che vinsero la prima edizione dell’Entropy Fest. Da poco è uscito il loro secondo album che ancora non è sulle piattaforme streaming ma solo su Bandcamp. Allora abbiamo estratto per la nostra playlist un pezzo dal loro primo disco. Una bomba!

Hotel du soleil – Sin Fronteras Tra i tanti artisti pinerolesi che si sono fatti strada in formazioni jazz di rilievo, ricordiamo il batterista Daniele Bertone, membro della band di Carlo Actis Dato. Qui nel progetto Sin Fronteras.

Corner shop – Alessandro Chiappetta Quartet Altro grande nome del jazz pinerolese, il chitarrista Alessandro Chiappetta continua a essere uno dei musicisti più attivi della nostra scena anche se, ahimè, lo è più spesso lontano dal suo territorio. Questo brano è un’incisione del 2009 che ci ascoltiamo volentieri.

It’s all over your body – Black Magic Doppia presenza in playlist per Marco Priotti. Qui in un progetto Nu Soul uscito a giugno con un singolo che, presumibilmente, dovrebbe anticipare l’album.

Beauty – Accordi Disasccordi Protagonisti di una nuova entusiasmante tournée estera, questa volta in Australia, gli Accordi Disaccordi di Dario Berlucchi hanno annunciato un cambio di formazione e l’inizio del lavoro su un nuovo album di inediti.

The fire of my love – Stefano Baral Dopo aver fatto uscire due singoli alcuni mesi fa, a giugno Stefano Baral è ritornato sulle scene live col suo progetto parallelo incentrato prevalentemente su un repertorio di cover. Questa è invece una delle sue due canzoni originali.

Don’t forget me – Adrenaline Bros. Anche per il duo Adrenaline Bros. è arrivato il momento della pubblicazione del primo lavoro discografico. Non è ancora non disponibile su Spotify ma solo su supporto fisico. Per questo ci riascoltiamo uno dei due singoli che hanno anticipato l’uscita dell’EP.

Ilaria – Casalis A fine luglio uscirà il nuovo album di Casalis, già annunciato con una serie di teaser sulle sue pagine social. “Ilaria” è uno dei pezzi interessanti invece del secondo disco uscito nel 2018.

Non credo più – Ivan Audero Cantautore sempre molto attivo, sia nei live, sia nell’organizzazione eventi, questo è il singolo uscito qualche tempo fa, accompagnato anche da un bel videoclip.

Iniuria – A.Zed Dietro al nome A.Zed si cela il cumianese Alekos Zonca. Recentemente ha comunicato la variazione del suo nome d’arte che diventerà “Narratore Urbano”, pseudonimo con cui si esibirà in settimana presso l’Espresso Italia. A ottobre è prevista l’uscita di un nuovo disco.

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: