Entropy Fest IV: Overclank e Vertical Lines i primi finalisti

Aggiornamento del 22/02/2020

Anche la seconda semifinale dell’Entropy Fest IV ha emesso i suoi verdetti. A raggiungere i Vertical Lines, già promossi, saranno i braidesi Overclanck, vittoriosi su Eksnilo ed Estetica Noir in una serata che ha visto la defezione della quarta band partecipante, The Bang Tales, assente per motivi di salute. Anche la graduatoria della giuria popolare, che raccoglie i voti del pubblico, è stata stravolta dalle ultime esibizioni. In testa alla classifica sono saliti proprio i genovesi Eksnilo che hanno scalzato I-Dea e Fede Jon Laba, e si candidano a occupare l’ultimo posto disponibile in finale. La prossima semifinale per la categoria “gruppi originali” si terrà il 19 marzo, ma nel mentre c’è tempo anche per la seconda eliminatoria della categoria “cover e tributi”. Il 5 marzo al Luppolo Saloon, come sempre, quattro nuove band: i cuneesi Gators Revolver, la Six Blade Band da Vinovo, i Rotten Dogz da Torino e gli Adrenalina, rappresentanti della scena pinerolese. Di seguito i qualche informazione in più sugli artisti partecipanti. Non mancate!

Ones

GATORS REVOLVER (soul) – S. Stefano Roero (CN)
Il gruppo, composto da 9 elementi, è caratterizzato dalla passione per la musica nera americana, spaziando dai classici del soul e del R&B fino ai brani più moderni con venature funk e rock. Per i componenti della band la musica è un modo per stare insieme ma soprattutto per stare con il pubblico puntando quindi al suo coinvolgimento e ad una partecipazione attiva del concerto.

Six Blade Band (tributo Dire Straits) – Vinovo (TO)
La Six Blade Band nasce nel 2015 dalla fusione di due vecchie tribute bands Dire Straits / Mark Knopfler. Ci siamo trovati per caso a suonare insieme in una festa di paese ed è stato subito amore. Inutile elogiare capacità, sonorità, fedeltà alla band originale, riteniamo siano caratteristiche base per poter fare un tributo. Quello che ci contraddistingue, sicuramente, è la passione per la musica che facciamo, che coinvolge indistintamente tutta la band. Non ci sono innesti casuali, non ci sono state ricerche con annunci. Semplicemente 5 persone che amano i Dire Straits.

ADRENALINA (crossover rock) – Pinerolo (TO)
Siamo cinque ragazzi non tanto giovani, ma con la grinta e pronti a spaccare. Tre di noi vengono dal gruppo No Fucking Name e gli altri li abbiamo incontrati strada facendo. Però ci unisce un solo obiettivo: suonare e divertirci tanto suonando del buon rock divertendo anche il pubblico.

ROTTEN DOGZ (blues rock) – Torino
Quattro amici legati da un’unica passione: la musica. I Rotten Dogz rivisitano pietre miliari del rock e del blues in una chiave moderna, coinvolgente e dirompente. Lasciatevi mordere dalla musica!


La prima serata dell’Entropy Fest IV è andata. Il 23 gennaio scorso si sono affrontate le prime quattro band iscritte al contest nella categoria degli “originali”. Nella sfida estremamente equilibrata, in cui è stato possibile assistere a una serie di esibizioni di grande impatto sonoro, l’hanno spuntata per una manciata di punti gli emiliani Vertical Lines con il loro nu metal melodico e sperimentale, tra i suoni crudi e violenti dell’alternative contemporaneo e melodie di stampo new wave e post grunge. Si sono imposti sui torinesi Fede Jon Laba & The Electric Co., power trio dalle evidenti influenze hair metal anni Ottanta, sul rock italiano degli I-Dea, anch’essi provenienti dalla cintura della capitale sabauda, e sui liguri Hands Off Cain, paladini di un hard rock alternativo ricco di sfumature dark e psichedeliche, di cui ricorderemo i curatissimi arrangiamenti che trovano la loro massima espressione nelle linee di basso molto ricercate ed originali. I Vertical Lines comandano anche la graduatoria che riepiloga i gradimenti del pubblico, classifica che offre la chance di un posto in finale per chi non ha vinto ai live. Essendo già passati all’ultimo scontro grazie al verdetto della giuria, i Vertical Lines lasciano il ruolo di leader ad I-Dea e Fede Jon Laba, secondi a pari merito, che al momento si contendono l’accesso all’ultima serata del festival in attesa del giudizio popolare delle prossime esibizioni.

L’Entropy continua il 6 febbraio con le prime quattro cover band in gara, curiosamente tutte provenienti dalla provincia di Torino dopo un inizio di festival sostanzialmente “interregionale”. Sul palco saliranno Gremlins (colonne sonore), Dissonanza (cover pop-rock), Bagashi (mash-up di musica italiana e classici metal) e Oceanborn (tributo ai Nightwish). La musica pinerolese, all’Entropy sempre meno presente di quanto ci aspetteremmo, sarà rappresentata dal batterista Andrea Giliberto, motore ritmico della tribute alla formazione finlandese. L’appuntamento è da non mancare, ci si vede al Luppolo!

Ones

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

2 thoughts on “Entropy Fest IV: Overclank e Vertical Lines i primi finalisti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: