L’Entropy Fest chiude i battenti

Era già nell’aria da qualche giorno e oggi è arrivata la comunicazione ufficiale. L’Entropy Fest 2020 non verrà portato a termine e non sarà replicato nemmeno nei prossimi anni. Almeno questo è quello che si evince dalla nota diffusa dall’organizzazione, in cui viene resa pubblica la decisione di non concludere il contest in corso. La causa principale è da ricercare nelle restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria, che di fatto impediscono la prosecuzione degli appuntamenti in cartellone. Ma va sottolineato che gli evidenti ostacoli derivanti dalla pandemia si aggiungono a tutta una serie di riscontri negativi che già avevano instillato dubbi prima della diffusione del virus Covid-19. Mancanza di pubblico, poco sostegno da parte di media e scena locale, e altre concause minori, si sono sommate portando lo staff a prendere la drastica decisione di terminare qui l’avventura Entropy. Noi di Groovin’ ci accodiamo, con amarezza, al commiato nei confronti di un evento che ci ha visti orgogliosamente partecipi della giuria tecnica fin dal primo anno e media partner proprio in quest’ultima edizione. Ci piace sottolineare che, malgrado il dispiacere di questo esito, non tutto è perduto, perché l’Entropy Fest è stato anche occasione per assistere a intensi ed emozionanti momenti di musica che rimarranno indelebili nella testa e nel cuore di chi ha avuto la fortuna di viverli. Tre fotografie su tutte: la vittoria della prima edizione appannaggio dei bolognesi Feat. Esserelà, oggi tra le migliori formazioni prog in Italia; il ritorno degli Affittasi Cantina nel 2019 e la loro sorprendente interpretazione di “Un’emozione da poco”; e l’esibizione, in apertura all’ultima edizione, dei Docker’s Guild, band pinerolese una spanna sopra le altre. E poi tutto il resto, dalle band partecipanti all’organizzazione, sempre all’altezza di una kermesse ingiustamente sottovalutata.

Noi, però, siamo felici di averne fatto parte.

Di seguito pubblichiamo il comunicato ufficiale.

Ones

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: