“Concerti a tavola”, La Tana dei Lupi prova a ripartire

Il settore dello spettacolo è uno di quelli che più duramente sta subendo gli effetti delle misure restrittive stabilite nei mesi scorsi per il contenimento dei contagi da Covid-19. Da sempre, infatti, l’aggregazione è parte integrante dell’intrattenimento musicale e teatrale. Per questo, evitare gli assembramenti sembra un concetto completamente antitetico rispetto allo scambio di energia che si instaura tra artista e pubblico e che è il vero motore degli eventi. Senza la vicinanza, il contatto, talvolta anche fisico, finisce per mancare il presupposto stesso di uno spettacolo dal vivo. Ed è vero che l’attività artistica non si riduce unicamente all’esibizione live, ma questa certamente rappresenta l’apice espressivo per chi frequenta un certo tipo di manifestazione artistica, sia come performer, sia come fruitore. Così, per ora, appare ancora lontano il momento della ripartenza vera, quello in cui finalmente anche la musica potrà riappropriarsi del ruolo unificante e comunitario che da sempre le appartiene. Questo inciderà anche e soprattutto da un punto di vista economico su un comparto che già in precedenza non sembrava di certo brillare per opulenza. Ma l’arte, ça va sans dire, fa della creatività uno dei suoi elementi cardine ed è solo con la creatività, le idee, l’inventiva, il coraggio e l’abnegazione, che si potrà ripartire. Difficile dire se si potrà parlare presto di normalità, almeno nel senso pre-pandemico. Ma almeno si può tentare di ricrearne una nuova, con un progressivo ritorno alle abitudini che ne contrassegnavano la routine. Non tutti per ora se la stanno sentendo di ripartire a mille, soprattutto nell’ambito di chi promuove gli eventi. Il rischio è quello di raddoppiare il lavoro, a causa delle molte incombenze da assolvere, trovandosi costretti poi a registrare riduzioni degli introiti, in conseguenza soprattutto della necessità di limitare l’entità del pubblico e di rispettare regole ferree che farebbero passare la voglia anche ai più indomiti. Ci sono però realtà che, avendone la possibilità, stanno provando a spingere sull’acceleratore per far sì che l’estate in arrivo ci possa far dimenticare gli ultimi mesi difficili. Una di quelle che in zona si sta attivando per prima è “La Tana dei Lupi”, il pub di Via Saluzzo, da sempre in prima fila nel proporre musica dal vivo, non solo come corollario alla propria attività di ristorazione o mescita, ma soprattutto come elemento centrale e fondamentale di tutto il proprio progetto professionale. Grazie ai gestori della Tana, infatti, da fine giugno anche Pinerolo vedrà finalmente ripartire la sua programmazione live. Naturalmente, i paletti da rispettare sono molti, ma le norme saranno tutte rispettate, per garantire sì il divertimento del pubblico, ma anche la salute di avventori e addetti. Per questo la formula prescelta prevedrà limitazioni degli accessi, prenotazioni obbligatorie, e un’atmosfera giocoforza più rarefatta, pur senza rinunciare a un buon livello di coinvolgimento.

Di seguito vi pubblichiamo, in versione integrale, il comunicato stampa che annuncia la ripartenza. La nota include anche i dettagli dei primi quattro concerti previsti. Se siete impazienti di ritornare ad ascoltare musica dal vivo, segnatevi le date sotto indicate, perché se volete lasciarvi alle spalle la primavera agli sgoccioli, che definire anomala è quanto meno eufemistico, questa è un’occasione da non perdere.

Ones



ll ritorno alla normalità passa anche dalla musica. Con la massima attenzione, tavoli distanziati e alcune piccole misure di sicurezza, la Tana dei Lupi ha deciso di tornare ad ospitare concerti. 
A differenza dell’era pre-Covid, ad ascoltare le band non ci sarà il pubblico ammassato che solitamente vive il pub ma una fila ordinata di tavoli dove cenare su prenotazione e ascoltare la musica in tutta sicurezza. «Durante la quarantena abbiamo lavorato molto con il servizio di consegna a domicilio – racconta Federica Borgio, titolare della Tana dei Lupi – ma il nostro cuore sono gli eventi e per questo abbiamo deciso di organizzarci per poter riprendere l’attività al termine dello stop imposto fino al 15 giugno. La nuova formula prevede concerti in versione acustica e pubblico al tavolo in una sala completamente riorganizzata per rispettare le norme sul distanziamento. Abbiamo ritenuto possibile ricominciare con spettacoli da ascolto anche grazie alla disponibilità delle band di adattarsi a una situazione ben diversa dal solito».

Ed ecco il calendario dei primi eventi:

Venerdì 19 giugno lo storico duo Cuore Matto Live Band si esibirà con il suo repertorio italiano anni Sessanta in uno show tutto da cantare. Da Celentano a Caterina Caselli, da Edoardo Vianello a Rita Pavone, si tornerà indietro nel tempo con le più belle canzoni dell’epoca. I Cuore Matto arrivano da Luserna San Giovanni e sono Enzo Massimo (tastiere) ed Enrico Peyretti (voce).

Sabato 20 giugno i Radiosonic tornano alla Tana dei Lupi dopo il successo dello show di Capodanno. Questa volta non si potrà ballare perché, come tutti i live del pub pinerolese, il concerto è stato completamente ripensato per rispettare le norme anti contagio. La storica band tributo ai Negramaro si esibirà in versione acustica con una selezione di cover di diversi autori da ascoltare comodamente al tavolo. I Radiosonic sono Alessandro Pancia (voce), Luca Buscemi (chitarre e cori), Roberto Pancia (basso), Katia Bogdan (pianoforte) e Matteo Marangio (batteria).

Venerdì 26 giugno la band tributo a Vasco torna a La Tana dei Lupi per uno show acustico “come nelle favole”. Un frontman preparato supportato da un gruppo di musicisti affiatati darà vita a una grande festa improntata sulle atmosfere e i sentimenti che solo i brani di Vasco Rossi sanno regalare. Il concerto sarà l’occasione per riscoprire in versione unplagged i più grandi successi del rocker di Zocca. I Blascomania sono Gianni “Rossi” (voce), Luca Bob Gotti (chitarra) e Piersandro Adorno (tastiere).

Sabato 27 giugno spazio alle canzoni di Zucchero in versione acustica con Ciposugar e il maestro Marco Roagna. La Ciposugar band segue dal 2016 le orme di Zucchero Fornaciari portando in Italia e in Europa i maggiori successi del cantante. La voce e la forte somiglianza del frontman Luca Sperindio hanno portato la band a riproporre in versione e tonalità originali qualsiasi brano della discografia di Zucchero e ad aprirsi al mondo della registrazione di spot pubblicitari e jingle radiofonici e televisivi. La formazione completa è composta da Luca “Cipo” Sperindio (voce), Marco Roagna (chitarra), Ferruccio Pavone (basso), Lorenzo Coniglio (batteria), Patrizia Campagna (cori), Jack Ponissi (organo Hammond).

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito e accessibili solo su prenotazione per cena. Posti limitati.

Menù
Menú Pizza + birra piccola bionda o bibita + dolce 20€
Menú Grigliata (costine, salamella, petto di pollo e porchetta) + patatine fritte + birra piccola bionda o bibita + dolce 20€

La Tana dei Lupi

Via Saluzzo 71, Pinerolo (TO) 

Info e prenotazioni: 347 057 0073 

https://www.facebook.com/latanadeilupipub/

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: