Groovin’ @ Spotify: la playlist di agosto/settembre 2020


Dopo aver saltato il turno di agosto, torna la playlist di Groovin’ su Spotify nella quale raccogliamo il meglio della musica pinerolese e di Groovin’. L’apertura è contrassegnata da un taglio decisamente contemporaneo nel quale l’elettronica fa la parte del leone. La traccia 1 è un estratto dall’ultimo lavoro del rapper Mezzi Termini. L’album “Opera” è l’ennesima bella produzione del Gym Studio di Cumiana, vero centro focale del rap torinese.

A seguire la nuova collaborazione artistica che coinvolge il vocalist Mattia Casabona, questa volta alle prese con un brano dell’artista torinese Lollo Push, con il quale continua la sua immersione nel mondo pop dopo gli esordi nel metal estremo. Seguono poi due tracce dei Jambalaya 37. La prima è un estratto da “New Mind Disorder… Live”, copia fisica che raccoglie tre EP dello scorso anno, usciti unicamente in streaming, rappresentativi di un bellissimo live che la band tenne nel 2018 presso l’Ecomuseo Crumière di Villar Pellice. E mentre ci siamo, vi piazziamo in lista anche “Fly 2”, un singolo uscito in sordina alcuni mesi fa di cui non vi avevamo ancora dato conto. A chiudere questa prima parte, una novità tutta pinerolese, quella del collettivo Moulding Machines e della sua sperimentazione elettronica acida e violenta.

Di qui in avanti, si parla il linguaggio del rock. Prima con “Mister Silvio”, dall’album “The Return of the Rocking Dead” dei Romano Nervoso, ultimo capitolo della collaborazione tra il chitarrista Ruggero Catania e la band italo-belga. Il disco ve l’abbiamo raccontato in un articolo dedicato alcune settimane fa.

Subito dopo, una chicca rispolverata per l’occasione, con il prog metal della curiosa band torinese “The Experiment No. Q”. Il brano scelto, originariamente registrato nel 2016, vedeva all’hammond una delle nostre eccellenze, il pianista-tastierista Paolo Gambino. Sempre a proposito di chicche del passato, a rafforzare questa mini sezione rock, vi riproponiamo un vecchio lavoro dei The Cyon Project, con alla voce Marco Priotti, band che da qualche tempo sembra essere in odore di reunion.

Le atmosfere tornano poi più lievi e “easy listening” con il singolo di Alefe Christian, “Life is just too short”. Uscito in formato liquido alcuni mesi fa, più di recente è stato pubblicato anche il videoclip, buona occasione per riproporvelo sulla nostra compilation. Un brano del passato occupa lo slot n. 10 e mancava giusto un po’ di jazz. Il ripescaggio di una registrazione del 2017 dei Quilibrì, la formazione del saxofonista Andrea Ayassot, è l’occasione per segnalarvi che è uscito per Auand Records il nuovo disco del musicista pinerolese da bandleader, dal titolo “Tempi Straordinari”. Al momento l’album non è ancora disponibile su Spotify, ma è acquistabile sul sito www.jazzos.com (https://jazzos.com/detail0.php?prod=AU5011). Nell’album, il gotha del jazz torinese, tra cui anche una vecchia conoscenza del jazz nostrano, ovvero il contrabbassista Aldo Mella. E per rimanere in ambito jazz, ma con maggiori contaminazioni elettroniche, è poi il turno della nuova produzione del progetto Jazzatron del batterista Alessandro Raise.

La seconda metà della playlist vede la presenza di un vecchio brano di Testa (Andrea Fabbris). Il video di “The Big Black Bug”, registrato nel 2010, in occasione del suo decennale, viene ripubblicato su YouTube in formato widescreen. Cercatelo in rete che ne vale la pena! A seguire, è il momento di un brano di musica contemporanea composto ed eseguito dall’ensemble Quartetto Maurice, una delle eccellenze della classica pinerolese. Il quartetto avrebbe dovuto aprire l’edizione di questo autunno della manifestazione “Musica in prossimità”, ma per un incidente occorso a uno dei membri, il programma subirà una variazione sostanziale.

Sanremo e i suoi festival sono poi l’elemento unificante delle due tracce successive. Gli I-Dea sono stati protagonisti della fase finale di Sanremo Rock 2020. Pur non tornando vincitori, in riviera hanno ben figurato ed è buona occasione per riproporvi una delle tracce più interessanti del loro ultimo disco “Umani”. Silvio Merlin, invece, già vincitore del “New Talent” di febbraio, si è nuovamente affermato anche all’edizione estiva della kermesse. Anche per lui dunque c’è posto nella nostra compilation, con “Regalami un sogno” dall’album “Come d’incanto”.

Chiudiamo la nostra selezione con “A Leap of Faith” dei Season of Ghosts, la band inglese in cui milita il bassista di origini pinerolesi Paolo Bruno, che recentemente ha ripubblicato questo vecchio successo in una nuova versione; “Con noi” del Piccolo Circolo Barnum, in occasione della pubblicazione di una vecchia recensione che noi di Groovin’ facemmo al primo disco del Grande Circo Barnum molti anni fa; e a chiudere Ludovico Sanmartino, Giovanni Battaglino e Maxoil, tra i primi artisti pinerolese a ripartire con i live dopo la pausa estiva.

Ones

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: