“L’amico che non conosco”, un concerto per i trapiantati di fegato

Sostieni Groovin'

Lo scorso mese di maggio, Alessandro Casalis è stato protagonista di una delicata vicenda personale. A causa di una malattia autoimmune, il cantautore si è infatti trovato nell’improvvisa necessità di un urgente trapianto di fegato. Il grave problema di salute occorsogli ha innescato nel musicista una serie di riflessioni sul tema, che, mentre affrontava la malattia, lo hanno portato a una profonda rilettura dei significati immanenti dell’esistenza. Il primo capitolo di questo percorso è stata l’uscita di una nuova canzone, “Le stelle dentro la giacca“, pubblicata a dicembre, nella quale il musicista raccoglieva le emozioni che lo stavano scuotendo. Ma il senso del brano non si limitava a un testo fine a se stesso, perché esso, in realtà, rappresentava soltanto il punto di partenza di un cammino molto più articolato. È stata evidente fin da subito, infatti, l’intenzione di utilizzare la musica e l’arte come mezzo concreto per aiutare chi si dovesse malauguratamente trovare nella medesima condizione. Non solo come strumento consolatorio o veicolo divulgativo, ma anche come arma dal consistente potere aggregativo e solidale.

Lo chansonnier lusernese, in concomitanza con la presentazione del singolo, aveva infatti preannunciato, senza svelarne i dettagli, l’avvio di un progetto che avrebbe connesso musica e solidarietà, nell’ambito sanitario che l’aveva coinvolto. Proprio in questi giorni è stato diramato un comunicato stampa che rende nota la prima iniziativa dell’ambizioso programma. Si tratta di un concerto benefico che si terrà in primavera presso lo Spazio 211 di Torino, il cui ricavato verrà devoluto all’AITF (Associazione Italiana Trapiantati di Fegato), con sede presso la Città della Salute (Ospedale Molinette di Torino), a sostegno delle attività di assistenza di pazienti che vivono l’esperienza del trapianto.

L’appuntamento è per venerdì 14 aprile, alle 21:00, quando sul palco del locale di Via Cigna saliranno alcune delle più note personalità del rock torinese. Oltre alla band residente formata dal chitarrista Robbo Bovolenta (ex Amici di Roland), dal bassista Cato Senatore (ex Africa Unite), dal polistrumentista Matteo Giai – per l’occasione alle tastiere – e dal batterista Stefano Petrini, si esibiranno lo stesso Casalis, Mao, Bunna degli Africa, Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione e il chitarrista dei Bluvertigo Livio Magnini. I biglietti – € 12.36 (prevendita inclusa) – sono acquistabili sulla piattaforma DICE. Per altre informazioni potete scrivere alla mail carovanamusic@gmail.com, oppure accedendo agli account social di Carovana Music (Instagram: carovana_music – Facebook: Carovana MUSIC).

l'amico che non conosco casalis aitf trapianto di fegato
ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: