Due album e un libro nel 2021 di Alessandro Petacca

Il 2021 e i primi mesi del nuovo anno sono stati eccezionalmente fecondi per Alessandro Petacca. Il produttore pinerolese, tra i principali fautori della scena hip-hop locale, negli ultimi dodici mesi ha attraversato un periodo di grande ispirazione, che l’ha portato ad allontanarsi parzialmente dal mondo del rap, per abbracciare la musica in modo più onnicomprensivo e universale. In particolare, ponendo evidenza non solo sulle sue doti compositive ma anche sulle sue competenze di stampo tecnico.

Innanzi tutto un libro. “Il suono consapevole: esperienza di un produttore musicale” – questo è il titolo – mette un segno forte di interpunzione all’interno della storia artistica del suo autore. “Ho una formazione completamente da autodidatta – racconta il “Peta” di quello che fu il Gym Studio Music – e questo ha fatto sì che arrivassi a scrivere il libro dopo 17 anni di esperienze musicali“. Alessandro riassume così le motivazioni dietro alla realizzazione di questo volume: “Questo libro mi è servito in primis per rispondere a delle domande che mi hanno sempre affascinato. “Cos’è la musica?”; “a cosa serve la musica?”; “come si fa la musica?”; “cosa vuol dire?”. Questioni per cui ho scritto un intero incipit/capitolo; dopodiché quello che ho fatto è stato essenzialmente dare una spiegazione approfondita, filologica, razionale e soprattutto con estrema passione, per far sì che anche un bambino possa capire gli strumenti del produttore musicale, dalla pre produzione (composizione, sintesi ecc), alla post produzione (mix/master)“.

In questo libro – continua Petacca – tengo parecchio alla spiegazione dell’essenza della musica, il motivo per cui è nata. Perché ho sentito e sento tuttora il bisogno, all’interno della società (non parlo di scene musicali), di uno standard più elevato. Uno standard che fa parte di un passato ormai dimenticato ai più, davanti alla seducente fruizione super veloce e superficiale di questo strumento di comunicazione (e la colpa non è di internet, ma di come viene utilizzato).

pax tecum alessandro petacca cover
Pax Tecum

Il libro racconta dunque di una visione coerente, che si riscontra anche nella musica di Alessandro Petacca. Musica che è defluita a fiotti nel corso dell’ultimo anno con tre singoli (“Black Stars”, “Blue City” ed “Ego”) e ben due album: “Pax Tecum” ad agosto e “As Above So Below” di poche settimane fa. Lavori strumentali di matrice New Age che evidenziano, fin dai titoli, l’approccio tra il mistico e l’esoterico adottato da Petacca nelle sue composizioni. Dal Salmo 28 della Bibbia utilizzato per presentare il primo, al criptico significato della formula che definisce il secondo. Un aforisma polisemico usato, in diverse versioni, da molteplici culture, compresa quella cristiana nella locuzione “Come in cielo, così in terra”.  “La frase ermetica “As Above So Below” – spiega Petacca – vuole sottolineare il legame che c’è tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande, il microcosmo ed il macrocosmo, e come, proprio la musica, sia il messaggio sempre perenne di comunicazione tra questi due piani cosmici“.

C’è un’evidente spiritualità, dunque, nella musica di Alessandro Petacca. Spiritualità che già si evidenziava nel sentimentale album d’esordio “Nights In Your Bedroom“, oggi amplificata dagli ultimi lavori. Inni alla musica come veicolo di comunicazione verso il divino, qualunque forma esso possa assumere a seconda delle convinzioni di ognuno.

Ones

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: