Groovin’ @ Spotify: le novità discografiche 2022

È giunto il momento della nostra prima playlist del 2022 e come sempre è infarcita di novità discografiche. Molti singoli, alcuni estratti da album e anche qualche segnalazione legata ad articoli o interviste pubblicate su Groovin’ negli ultimi tre mesi. Di seguito una piccola guida all’ascolto:

1. GARDENALE – Gabriele Scarpelli

Traccia d’apertura di “Narcosi”, ultimo EP del cantautore emo-grunge Gabriele Scarpelli. Nell’articolo che segue abbiamo raccontato l’album secondo la nostra personale visione.

2. CURE ME – DISToo

La cover di “Curami”, portata al successo nel 1986 dai CCCP, marca il ritorno delle rock band sulle nostre pagine. Una categoria che mancava da molto tempo e che volentieri siamo tornati a raccontare grazie all’uscita dell’album “Outside the Borders” dei DISToo. Di seguito la nostra recensione.

3. CAROLINA MOON – Barber Mouse

I Barber Mouse sono un trio jazz formato dal pianista Fabrizio Rat, da Stefano Risso al contrabbasso e dal batterista Mattia Barbieri. “Carolina Moon” è il primo singolo dell’album “Heretic Monk”, che uscirà sotto forma di singoli durante il corso del 2022. I Barber Mouse definiscono il loro progetto come “suoni di sintetizzatori analogici, distorsioni, drum machine, loop station e arpeggiatori senza un solo volt di corrente elettrica. Un trio acustico dove gli strumenti si trasformano oltre le convenzioni a cui siamo abituati” (da http://www.stefanorisso.com/barber-mouse-2/). Caratteristica dei Barber Mouse sono i loro strumenti, “preparati” con materiali da bricolage per ottenere una gamma timbrica originale e avanguardistica.

4. DISTRAZIONE – Ludovico Sanmartino

Uno dei nostri pezzi preferiti tra quelli tratti dall’album di Ludovico Sanmartino. “Signora Culturina” l’abbiamo raccontato qui:

5. I’M FREE – Awa Fall / Bunna

Awa Fall è una musicista reggae italo-senegalese proveniente dalla provincia di Bergamo. In questo singolo si misura con atmosfere nu soul e per l’occasione si è avvalsa della voce di Bunna, per un connubio artistico all’insegna di due nomi storici del levare italiano!

6. NELLE CASE LE COSE – Federico Raviolo

Dall’album spoken word “La pozzanghera che si credeva il cielo”, di Federico Raviolo, abbiamo scelto “Nelle case le cose”, forse una delle nostre tracce preferite. Il racconto dell’intero lavoro del cantautore bargese lo trovate qui:

7. L’ARANCIO – Lorenzo Santangelo

Lorenzo Santangelo è un cantautore di origini romane ma residente a Frossasco da un paio d’anni. La sua discografia è davvero molto interessante e di qualità, al punto che, a gennaio, si è aggiudicato la XX edizione del premio Fabrizio De André, tenutasi all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Ne parleremo ancora sulle nostre pagine, ne siamo certi!

8. NON HO OCCHI – Giovanni Battaglino

L’ultimo singolo di Giovanni Battaglino l’abbiamo analizzato in un’intervista dedicata, nella quale il cantautore pinerolese ha svelato i retroscena dietro la canzone e al particolare argomento di cui tratta. L’articolo lo trovate qui:

9. CAFFÈ – Indiivia

Il nuovo singolo del duo sansecondese è on line da alcune settimane. Chi sono gli Indiivia l’abbiamo raccontato in un articolo, in occasione dell’uscita del loro precedente singolo:

10. PRELUDE – FRISELL LICKS – Giuseppe D’Angelo

Una delle uscite discografiche più belle del primo trimestre 2022 è “Hommages et Paraphrases” del compositore Giuseppe D’Angelo. Eccellente pianista, da qualche anno Giuseppe D’Angelo ha scelto, come primaria via espressiva, quella della composizione. Con questo album, per la cui esecuzione si è avvalso di alcuni importanti e prestigiosi musicisti, D’Angelo esplora le varie sfumature della musica contemporanea, tra classica, avanguardia e jazz. Abbiamo già calendarizzato un’intervista con il compositore, nella quale entreremo nei dettagli di questo piccolo capolavoro.

11. I HAVE A NEED – Blind Reverendo

Blind Reverendo è un musicista / produttore originario di Villar Perosa, da qualche anno di stanza in Spagna. È uscito recentemente il suo nuovo singolo, una ballata reggae inscritta perfettamente nel suo universo stilistico. Qualche informazione in più sull’artista la potete trovare nell’articolo che aveva pubblicato in occasione dell’uscita del suo precedente album:

12. CASTELLI – Tito Sherpa / Phine

Una delle tracce più godibili dell’album “Effetto Serra” del duo rap valligiano Tito Sherpa / Phine. La nostra recensione del disco la trovate qui:

13. NEI SOGNI CHE FACCIO – Callistenìa

Nuovo singolo anche per il cantautore Callistenìa. “Nei sogni che faccio” è un’intensa ballata chitarra e voce che fa seguito all’album uscito lo scorso anno. Chi si cela dietro al curioso pseudonimo l’avevamo svelato proprio recensendo il suo precedente lavoro.

14. UN BEAT DEI COMA COSE – Casalis

“Un beat dei coma cose” è il nuovo singolo di Casalis, che prosegue la direzione stilistica intrapresa da qualche tempo dal cantautore lusernese. Dagli esordi pop-rock, e dopo la fase acustica più tipicamente cantautoriale, infatti, si è recentemente spostato verso canzoni intimistiche, influenzate da sonorità nu soul, in cui l’arrangiamento di stampo elettronico la fa da padrone. Si arricchisce così la già corposa lista di atmosfere presente nella sua variegata discografia.

15. 8% – Frame

L’ultima arrivata tra la novità discografiche del 2022 è “8%”, la nuova canzone del giovane cantautore Frame. Chi è Frame? Leggete qui:

16. L’INCERTEZZA – Rivo

Rivo è il nome d’arte scelto da Riccardo, ragazzo di undici anni, che a dieci aveva già composto un intero album di canzoni. A partire dai testi e da una linea melodica già predefinita, il pianista e arrangiatore Paolo Gambino ha costruito l’intero universo sonoro che avvolge la voce del piccolo artista. L’album da cui è estratto “L’incertezza” si chiama “Rivoluzione10” e lo trovate su tutte le piattaforme di streaming. Ma non aspettatevi musica per bambini, perché la vena creativa di Riccardo è già davvero molto matura. Anche a dispetto della tenera età!

17. DESERT ROSE – Alessandro Petacca

Dall’ultimo album del produttore pinerolese Alessandro Petacca, abbiamo estratto “Desert Rose”. Tutto l’album – e molto di quello che vi ruota attorno – ve l’abbiamo raccontato qui:

18. THRESHOLD OF MIRACLES – Vivaldi Metal Project

Il Vivaldi Metal Project è un originale progetto di rock sinfonico ideato dal pianista e produttore italiano Mistheria. Il nome ci rivela già che, oggetto di tutta la discografia della band, è la fusione tra il metal e l’opera di Antonio Vivaldi. Recentemente è stato pubblicato “Epiclassica”, il secondo album a nome del Vivaldi Metal Project. Tutti i testi sono stati scritti dal musicista lusernese Douglas Docker.

19. LOSING MYSELF – Alex Marchisone

Alex Marchisone è un batterista di origine vigonese, da qualche anno trasferito a Londra, dove segue una fiorente attività di produzione musicali. Nei mesi scorsi ha pubblicato il primo EP a suo nome, intitolato “Mal”, lavoro strumentale di stampo ambient. La traccia che abbiamo estratto si chiama “Losing Myself” e si avvale della bella voce della cantante Holly Henderson.

20. SOLTANTO TU – Michael Capuano

Michael Capuano è ormai una leggenda del liscio e della musica leggera pinerolese. Ha da poco pubblicato l’album “Soltanto tu”, da cui abbiamo estratto il brano omonimo per inserirlo nella nostra playlist.

21. DORMITORY CITY – Rollo

Il titolo dell’album è “Pinerolo Nord” e dice già molto dell’ispirazione del nuovo lavoro di Rollo. Si tratta dell’ennesimo album realizzato dall’instancabile producer pinerolese, la cui creatività iperattiva non sembra perdere mai di ispirazione. “Dormitory City”, poi, fa capire che la dedica alla propria città non è certamente delle più benevoli. Con questo lavoro Rollo dimostra di essere uno dei più originali e visionari autori locali nell’ambito della musica elettronica.

22. THE GANDER IN THE PRATIE HOLE / THE CORSAR / THE GLORIES OF SPRING – Birkin Tree

I Birkin Tree sono una formazione di musica irlandese nota a livello internazionale, fondata nel 1982 e attiva tutt’oggi. Nel disco “A Cheap Present” del 1999 era presente nella formazione anche Elena Buttiero, musicista di origini pinerolesi. Elena è una polistrumentista straordinaria che oggi vive e lavora nel Savonese. Pur essendo una pianista, con i Birkin Tree si cimentava egregiamente con l’arpa. Vi abbiamo parlato di Buttiero nell’articolo a lei dedicato:

23. KORA – Andrea Allione

Non abbiamo certamente bisogno di raccontarvi chi è Andrea Allione. L’occasione per ripescare un suo vecchio classico tratto dall’album “Vostok 9” ci è data dalla pubblicazione sulle nostre pagine di un articolo comparso sull’Eco Mese del 1989, nel quale si parlava di un Allione non ancora trentenne e già in forte rampa di lancio. L’articolo lo trovate qui:

24. LE DIABLE BOITEUX – Massimiliano Génot

Massimiliano Génot è uno dei migliori pianisti classici d’Italia. Un musicista che vanta un curriculum impressionante di partecipazioni e premi vinti. Recentemente ha registrato un album di opere del musicista piemontese Giuseppe Unìa. Di questo disco e della sua attività musicale abbiamo parlato su Groovin’ attraverso una bellissima intervista, che trovate qui:

25. NELLA MIA CITTÀ – Africa Unite

Chiudiamo la playlist con i protagonisti assoluti del mese di marzo. È ancora fresco il ricordo del compleanno degli Africa Unite, tenutosi al Teatro Sociale di Pinerolo. Un concerto a cui hanno partecipato gli Africa stessi, insieme a una decina di amici cantautori di zona che hanno reinterpretato alcuni classici della band. Ma c’è un’altra notizia importante recente che riguarda la formazione pinerolese. Sempre a marzo, su tutte le piattaforme di musica liquida, è stata pubblicata integralmente la discografia degli Africa. Compresi i primi album, che ancora mancavano all’appello. L’articolo che parlava della serata, con la biografia essenziale della band, è stato inoltre integrato a posteriori con i filmati delle esibizioni live che hanno animato la serata. Cliccate qui:

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: