Groovin’ @ Spotify – La Playlist di Natale 2022

Sostieni Groovin'

LA PLAYLIST:

GUIDA ALL’ASCOLTO

1. DIE TODAY – Docker’s Guild

A novembre è uscito il terzo album della rock opera “The Mystic Technocracy” dei Docker’s Guild. “Die Today” è il brano di punta dell’album, che noi abbiamo raccontato qui:

2. LA MINORANZA – Lorenzo Santangelo feat. Neri Marcorè

Parlare di Lorenzo Santangelo come di un pinerolese suona un po’ strano. Non solo perché Lorenzo è nato a Roma e dalle nostre parti ci è arrivato relativamente da poco, ma anche perché si sta affermando a livello nazionale come uno dei più originali cantautori della nuova generazione. Eppure, il fatto che le sue vicende biografiche abbiano incrociato il nostro territorio (Frossasco, per la precisione), ce lo fa considerare come un pinerolese adottivo di cui andare davvero molto fieri. L’ultimo suo lavoro, “La Minoranza”, addirittura si fregia della collaborazione prestigiosa di Neri Marcorè, che presta la sua voce al brano, ma anche il suo volto al video. Dopo anni di singoli, non vediamo l’ora che la sua attività finisca finalmente su un album, da potervi raccontare in modo compiuto.

3. NESAYEM – DuckHeads

Più che una band vera e propria, DuckHeads identifica un progetto artistico, una community creativa, senza un vero obiettivo identificato, se non quello di dare corpo a delle idee. Dietro al marchio si nascondono Mrk (Marco Allaix) e Ones (Marco Ughetto). Dalle idee cantautoriali del primo, con l’ausilio esecutivo del secondo, nasce “Nesayem“, canzone che racconta del recente dramma delle donne afghane, ma che potrebbe essere esteso concettualmente a quelle iraniane e, in senso ancora più ampio, a tutte le discriminazioni di genere che nel 2022 ancora caratterizzano buona parte delle società contemporanee. “Nell’agosto del 2021 i talebani riprendono il controllo dell’Afghanistan. Nesayem di colpo si ritrova a dover vivere in una vita non più sua, fatta di privazioni e diritti negati. Nesayem chiede solo che si parli delle donne afghane, per non cancellare il loro diritto ad essere donne libere”

4/5. BOLLA DI SAPONE / PINEROLO PALLAVOLO – BNB Music MMXX

Dopo l’album “Lockdown” uscito nel 2021 e un 2022 ricco di live e comparsate mediatiche, i BNB chiudono l’anno con due nuove canzoni. Il primo è il nuovo e spumeggiante singolo dal titolo “Bolla di sapone”, che prosegue il discorso musicale della band tra un approccio pop e una raffinata opera di arrangiamento. Il secondo suggella il rapporto recentemente instauratosi con la locale squadra di pallavolo femminile, approdata nella stagione corrente nella massima serie nazionale. I BNB hanno infatti composto un brano che è diventato, di fatto, l’inno della squadra, in un connubio invero originale.

6. SWEET GIRL – Kanerva

Giungono finalmente al traguardo del primo EP i Kanerva, band che raggruppa giovani musicisti del Pinerolese. Dentro “Fortemente romantici” trovate quattro canzoni, due delle quali già uscite nel corso dell’anno. In playlist abbiamo inserito proprio una di queste, dal titolo “Sweet Girl”.

7. LE STELLE DENTRO LA GIACCA – Casalis

L’ultimo singolo del cantautore Casalis nasce da un’esperienza personale legata a gravi problemi di salute. La storia di questa canzone l’abbiamo raccontata in un articolo dedicato, uscito a novembre 2022, che trovate qui:

8. SISTER – Elisabetta Spada

“Sister” è un singolo della cantante italo-belga Elisabetta Spada, che anticipa l’uscita dell’album prevista per il 2023. Lei è di origini romane, ma dietro questo suo lavoro si nasconde la produzione di Ruggero Catania, che qui a Pinerolo conosciamo molto bene. Ruggero non è solo l’ideatore dell’etichetta Lady Lovely, con cui uscirà l’album, e co-produttore del medesimo, ma nel disco ha eseguito anche le parti di chitarra e basso. Se il buon giorno si vede dal mattino, non vediamo l’ora di sentire tutto il resto del lavoro, che si preannuncia intenso e raffinato.

9/10. SECOND HAND / NEW DOOR – Torino Unlimited Noise

I T.U.N. sono un collettivo techno-jazz di cui abbiamo parlato già più volte (v. ad esempio l’articolo https://groovin.eu/2020/03/30/atalante-e-t-u-n-in-due-album-leclettismo-di-mattia-barbieri/). Negli ultimi mesi si sono segnalati per due motivi: il primo riguarda l’uscita di un nuovo singolo dal titolo “Second Hand”, il secondo è l’inclusione di un remix di “New Door” nella compilation “This Is Techno Jazz – Vol. 2”, edita dall’etichetta italo-tedesca Jazz-O-Tech. Se vi interessa il genere, qui c’è una qualità, oltre che una mole di spunti, davvero impressionante.

11. KI-KI – Yendry feat Enny

Ebbene sì, la nuova regina mondiale dell’hip-hop latino può vantare trascorsi pinerolesi. Yendry è il nome d’arte di Yendri Fiorentino, nota anche e soprattutto per il suo passaggio a un’edizione di X-Factor di qualche anno fa e diventata in pochi anni una vera star del genere. “Ki-ki” è il suo nuovo singolo, uscito in coabitazione con la rapper britannica Enny. Se volete leggere un po’ della sua storia, Groovin’ l’aveva intervistata nel 2019.

12. NOIALTRI – Gli Alberi

All’ultimo album della band alternative metal torinese Gli Alberi, ha collaborato anche Narratore Urbano. “Reinhold” – questo è il titolo dell’album – è un originale concept, dalla marcata impronta progressiva, sulla scalata del Nanga Parbat, avvenuta nel 1970, a opera dei fratelli Günther e Reinhold Messner. La spedizione è rimasta indelebilmente scolpita nell’immaginario collettivo, anche per la misteriosa morte di Günther, che dalla cima non tornò più e i cui resti furono trovati soltanto molti anni dopo. Narratore Urbano è autore e interprete di una delle tracce, dal titolo “Noialtri”.

13. NU 4TET – Diego Borotti

Diego Borotti è un sassofonista torinese a capo di una formazione che porta il suo nome e nella quale compare anche il batterista pinerolese Mattia Barbieri, ormai diventato una garanzia per le produzioni jazz sabaude. Il Diego Borotti Nu 4tet – nel quale compaiono anche Davide Liberti e Fabio Gorlier – è uscito recentemente con un bell’album che si chiama “Hyper Bop”. Il disco rinverdisce i fasti di un jazz classico, fondato sostanzialmente sui solismi di sax e pianoforte, con qualche leggera e sporadica spruzzata di elettronica. “Nu 4tet” è la traccia che abbiamo scelto per rappresentare l’intero lavoro.

14. GRANDINE – Èlia

Eleonora Ceria – in arte Èlia – è una cantante torinese dalle dote vocali impressionanti. A novembre ha pubblicato un singolo dal titolo “Grandine”, che vanta la presenza del “nostro” Paolo Gambino al pianoforte. Quando il mondo della canzone incontra il blues, il jazz e il soul e si trasforma in espressione artistica di alto livello.

15. MASAAI SMILES – Fire

Fire è il nome di un collettivo dietro il quale si celano alcune importanti personalità della musica torinese. In particolare, artisti che non disdegnano percorsi innovativi e sperimentali: Pasquale Mirra, Ivan Bert, Gianni Denitto, Filippo Quaglia e il pinerolese Marco Gentile. Dall’incontro dei Fire con il leggendario produttore londinese Adrian Sherwood è nato l’album “Fire feat. Adrian Sherwood”, un mix di jazz, musica elettronica, dub e spunti etnici davvero interessante. Su Spotify trovate solo due tracce di questo lavoro, ma vi diamo una dritta. Tutto l’album è su Soundcloud a questo indirizzo:

16. IL TUO GIORNO PERFETTO – Silvio Merlin

Il cantautore perosino, attualmente al lavoro sul suo prossimo album, ha pubblicato durante le vacanze di Natale il video di “Il tuo giorno perfetto“. Rispetto alla versione originale, si tratta di un rifacimento acustico, più intimista, accompagnato dalla chitarra di Ivano Gruarin e dal basso di Lorenzo Prencipe.

17. PAZZA DI TE – Holy M.

Holy M. è lo pseudonimo di Alberto Marmello, cantautore pop tra i più seguiti in zona. “Pazza di te” è il suo ultimo apprezzatissimo singolo, uscito intorno a metà novembre.

18. TAGADÀ – David

A proposito di artisti pop, nella nostra playlist non poteva mancare David Quasso, giovane autore bagnolese che ha recentemente pubblicato il suo primo EP dal titolo “Bout de la nuit”. Siccome dietro un’apparente patina leggera si nasconde invece un artista complesso e profondo, noi abbiamo voluto raccontare tutto l’album in un articolo dedicato (lo trovate a questo indirizzo: https://groovin.eu/2022/11/17/bout-de-la-nuit-david/). Per la playlist abbiamo scelto invece “Tagadà”.

19. LA BOHÈME – Eva Helde

Spazio anche alla musica operistica. Eva Helde è un soprano svedese che ha prestato la sua voce a una produzione discografica con il meglio della lirica di tutti i tempi. A dirigere l’orchestra che accompagna la cantante, il Maestro Claudio Morbo. Il disco l’abbiamo raccontato qui:

20. AHHI – Alessandro Petacca

Il producer e sound designer Alessandro Petacca ha pubblicato, nel 2022, ben due nuovi album. I titoli sono emblematici anche dei contenuti: “Hesoteric Beats” e “Meditation”. Ormai incanalato nella direzione della New Age, Petacca ha infatti realizzato due distinti album da dedicare alle riflessioni esoteriche e alla meditazione. Lavori che riassumono anche la sua professione da produttore, dove emerge la predilezione per un approccio compositivo onirico e filosofico. “Ahhi” è un estratto da “Hesoteric Beats”.

ones

Marco Ughetto, appassionato di musica e giornalismo, chitarrista e cantautore amatoriale, si laurea in Cinema al DAMS di Torino nel 2014, con una tesi sui rapporti tra cinema e cultura digitale. Nel 2002, insieme ad altri quattro amici, dà il via alla prima versione di Groovin' - il portale della musica nel Pinerolese.

http://groovin.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: